• Raffaele Fanizzi su LinkedIn

La mia vacanza

Ed eccomi qua al ritorno dalla mia vacanza estiva di quest'anno. La sua organizzazione non è stata priva di problemi in quanto a causa del mio nuovo lavoro la settimana di Ferragosto era l'unica che potevo considerare "sicura" per una prenotazione a Giugno. Il problema è che la mia dolce Terry avrebbe preferito stare a Campomarino, dove solitamente passa questa festa da sempre, essendo anche il compleanno del padre. Con qualche sacrificio, tuttavia, siamo riusciti ad organizzare il tutto e dal 12 al 18 Agosto abbiamo trascorso una splendida settimana in Toscana.

Quest'anno avevo pensato ad una vacanza diversa dal solito. Rompendo un po gli schemi degli ultimi due anni, durante i quali ho sempre trascorso le feste estive in un posto di mare, in questa occasione volevo provare l'esperienza dell'agriturismo. La Toscana con i suoi luoghi e le sue tradizioni si sposa perfettamente con questa tipologia di vacanza, che tra l'altro ci ha permesso di visitare diversi luoghi storici d'Italia veramente eccezionali.

Firenze, Pisa, Siena, Viareggio, Montecatini, Montecarlo, Collodi e Vinci, queste sono le località che abbiamo visitato e vi posso assicurare che in tutte abbiamo trovato un quadro artistico e paesaggistico meraviglioso.

Non starò qui a raccontarvi le nostre giornate in dettaglio, ma voglio fare alcune considerazioni:

1) E' bello vedere che la nostra nazione è visitata da così tanti stranieri, ma sarebbe altrettanto bello vedere che anche gli italiani si interessano ad una città come Firenze ed acculturarsi un pochino, invece di andare come i caproni dietro alle mode del momento (mi riferisco alle varie Sharm El Sheik, ecc...)

2) Sono anni che si parla di un'Italia in declino nel panorama turistico internazionale, ma probabilmente è giusto che sia così perché pagare 15 euro l'ingresso nella Torre di Pisa e 20/25 euro il parcheggio per una giornata a Siena/Firenze, non può che essere considerato da ladri, specie quando vai a Londra e trovi gratuito l'ingresso al Natural History Museum ed al British Museum

Detto questo non mi resta altro da dirvi se non che ho trascorso una settimana indimenticabile circondato da luoghi stupendi, sapori sorprendenti e dall'immenso amore della mia piccola Terry.

blog comments powered by Disqus

Archivio Blog